Categoria: Eventi

18 Feb

Una tre giorni fotografica

Che giorni splendidi che ho appena passato… in tre giorni mi sono veramente sentito rinascere e mi sono divertito come non mi accadeva da tempo. Nello scorso weekend ho potuto fotografare insieme a Laura Zambelli, una fotografa professionista di grande talento che ho avuto la fortuna di conoscere attraverso i social e che mi ha invitato a ritrarre insieme a lei cinque persone diverse in un loft in centro a Bologna. In questa full immersion fotografica ho avuto modo di vedere il suo processo creativo, vederla all’opera, così come vedere all’opera la sua assistente Victoria nell’acconciatura dei capelli e vedere ancora all’opera la mia truccatrice di fiducia Eleonora. Ho potuto respirare un’aria nuova e fresca come accade unicamente quando ti trovi in un gruppo non solo affiatato, ma anche composto di persone che eccellono ognuna nel proprio specifico campo. Un vero onore per me ed un vero e proprio nutriente per la mia mente ed il mio io.

Una mia cara amica dice sempre che il suo sogno sarebbe aprire un bar per artisti a Parigi ed essere sempre circondata da menti eccelse. Ecco, io concordo perfettamente e trovo che, nel suo piccolo, questa tre giorni fotografica abbia avuto per me lo stesso significato equivalente. Sarebbe magnifico poterne godere sempre e invece purtroppo sono molte di più le volte in cui si deve avere a che fare con tutto l’opposto.

Mi piacerebbe poter descrivere ancora meglio tutto l’insieme di sensazioni positive che questa esperienza mi ha dato, ma mi rendo conto che probabilmente non ci riuscirei comunque. Quello che importa veramente è ciò che tutto questo mi ha lasciato, una esperienza di cui fare tesoro che ha rafforzato ulteriormente la mia passione per la fotografia e per il ritratto in particolare. Una esperienza che con tutta probabilità influenzerà il mio stile fotografico futuro.

Per cui grazie dal profondo del cuore principalmente a Laura per avermi fatto ciò che a tutti gli effetti è un regalo, ma grazie anche a Victoria, Eleonora e a tutte le modelle e il modello che abbiamo fotografato!

Restate sintonizzati per i risultati!

22 Gen

Vogue

Ieri sera grandissima emozione e soddisfazione! Vogue Italia ha accettato due mie foto su Photovogue, quindi adesso potete ufficialmente trovarmi anche sul loro sito. Questo è davvero un grandissimo onore, perchè su Vogue non è che accettano le foto del primo che passa eh… la cosa più bella di tutte è che, al contrario di tanti concorsi a cui ho partecipato, lì la cosa è molto più diretta. Tu proponi le tue foto e sai che dall’altra parte ci saranno degli esperti che le valuteranno per davvero. Se le foto scompaiono vuol dire che non sono piaciute o non erano adatte. Semplice, lineare e soprattutto onesto.

Niente giurie a base di like su Facebook dove tipicamente passa quello con più “amici” e la bella foto va a farsi benedire, niente dubbi sul fatto se in mezzo a quel marasma di fotografie le tue foto verranno veramente viste da qualcuno o dovrai sperare nel gran colpo di culo di aver sottposto la foto al momento giusto perchè venga vista. No, giudizio immediato (quasi) e sicuro.

Questo bel risultato arriva in un momento perfetto per ritirarmi su dalla solita depressione invernale che mi coglie a cavallo fra gennaio e marzo, quando tipicamente la mia vena artistica si spegne e va in letargo e tutto quello che faccio mi sembra una schifezza senza vie di uscita. E’ giunta l’ora che impari ad avere finalmente fiducia in me stesso, e non me lo dicono amici e familiari che temo sempre che mentano o indorino la pillola per non farmi rimanere male, lo dicono i risultati oggettivi.

Quindi Andrea credi in te e nelle tue capacità e avanti così!

23 Nov

Cappuccetto Rosso

Per mia grande fortuna, l’antibiotico che mi ha dato la sposa dottoressa (vedi post precedente) ha avuto subito effetto, altrimenti il giorno successivo non avrei potuto portare a termine il mio shooting più ambizioso.
Un’idea nata quasi due anni fa, quando cercavo candidate per il progetto “Sfumature di rosso”, in maniera del tutto casuale, come sempre accade per le cose migliori. Una delle ragazze che si erano proposte, postò una storia su Instagram in cui indossava un vestito molto particolare che mi colpì tantissimo l’immaginazione… sembrava una Cappuccetto Rosso in versione dark – moderna ma senza il mantello.
Così le proposi di fare le foto sfruttando esattamente il vestito che aveva indossato in quella storia, aggiungendo il classico mantello con cappuccio rosso e, se ci fossimo riusciti, anche un bel lupo cecoslovacco! Lei accettò entusiasta e da allora cominciò la lenta organizzazione.
Non era certo una cosa semplice, bisognava trovare una bella serie di cose e di persone: una location adatta, un costume da Cappuccetto Rosso, un cestino di vimini, una truccatrice ma soprattutto la cosa più difficile: uno o più lupi cecoslovacchi docili, mansueti e addestrati, con relativo padrone… quasi una missione impossibile.
Facendola breve, nel corso di tutti questi mesi, per prima è stata trovata la location, un posto che potesse essere a metà strada per tutte le persone coinvolte e che si addicesse alla mia idea: l’abetaia di Castiglione dei Pepoli. Poi la truccatrice, disponibile a collaborare pur venendo fin da Pisa. Quindi il vestito, quando ho finalmente trovato un noleggio di abiti teatrali a Bologna. Poi è stata la volta dei cani e la faccenda è stata veramente lunga perché non riuscivamo proprio a trovarli visto anche che si tratta di cani particolari… ci siamo infine rivolti all’allevamento “Lupi di Montemorello” che ha accettato la collaborazione e ci ha aiutati a contattare dei loro clienti con due magnifici esemplari adulti perchè loro nel periodo delle foto sarebbero stati impegnati in una esposizione canina europea.
A quel punto una volta passato l’orrendo maggembre era il momento di stabilire una data, ma nel frattempo mi si erano impegnati quasi tutti i weekend e mi rimaneva solo il 16 giugno, dopo il matrimonio del 15 e doveva andare bene per tutti! Sapete quando il fato vi dice “il momento è questo e va fatto ora”? Ecco, questo servizio era nel destino. Tutti hanno accettato data, luogo e orario, una occasione irripetibile. E’ anche per questo che l’avrei fatto ugualmente anche trascinandomi sulle ginocchia.
Ma ragazzi, l’emozione di vederli tutti là (ben undici persone in tutto me escluso) per un mio progetto, mi ha dato un’emozione profondissima che non potrò mai scordare. Grazie a tutti i partecipanti, siete stati stupendi! Queste sono le vere soddisfazioni della vita e io ne farò tesoro.

20 Giu

Il matrimonio

Andrea Manni Photographer

Che weekend di fuoco quello appena passato!

Sabato dovevo fare il mio primo servizio fotografico matrimoniale e la tensione era già alle stelle nel corso della settimana, ma non vi dico il terrore quando, venerdì pomeriggio, mi sono reso conto di avere la febbre alta che continuava a salire e la presenza di placche in gola! Arrivato alla temperatura di fusione di 39 sono stato a lungo indeciso se chiamare o meno la sposa giusto per avvertirla del problema oppure evitare. Ho deciso di evitare perché non la volevo mandare nel panico, mi ricordo molto bene la paura che qualcosa potesse andare storto al mio matrimonio!

Allora che fare? Rinunciare non era pensabile. Così mi sono imbottito di tutto quello che avevo e sono andato lo stesso alle 8 a casa della sposa (e avevo già 38 di febbre!)… per mia fortuna la sposa è un medico, mi ha voluto visitare (farsi visitare da una sposa già completamente vestita da cerimonia è un’esperienza strana devo dire) e visto il mio stato di devastazione della gola mi ha subito prescritto (e somministrato) l’antibiotico!

E così, fra una tachipirina in dose da elefante e un antibiotico, anche il servizio matrimoniale è filato liscio, in una giornata di splendido sole non eccessivamente caldo, in mezzo all’allegria e alla voglia di festeggiare degli sposi e degli invitati! Una bellissima giornata che ricorderò con piacere nonostante la febbre e gli acciacchi, bella tanto quanto il giorno successivo (domenica) in cui ho portato a termine il mio shooting più ambizioso (e questo grazie alla provvidenziale visita della dottoressa sposa), ma di cui vi parlerò nel post successivo.

16 Feb

Si apre

E finalmente, dopo due mesi di lavoro (sì, non sono proprio un grande esperto di web design) riesco ad aprire il mio sito internet ufficiale con relativo blog!

Qui troverete i miei lavori e tante foto inedite che per un motivo o per l’altro non sono state pubblicate sui social.
Qui andrò ad inserire anche le foto dei miei lavori futuri, per cui sappiate che il sito sarà costantemente aggiornato e sarà molto più completo rispetto a quanto verrà postato su social network. D’altra parte vedere delle foto su uno schermo bello grande sarà tutta un’altra cosa rispetto a vederle in bassa risoluzione su Instagram qualsiasi, che ne dite?


In questo blog invece scriverò di tutto un po’, non solamente riguardo ai servizi fotografici, per cui se vi va, tornate a sbirciare di tanto in tanto e soprattutto scrivete nei commenti!

Ok allora, pronti, partenza….. VIA!!!!!!

Niente tasto destro!